Natale a Marina di Camerota

Babbo Natale a marina di Camerota

Natale a Marina di Camerota

Per le tue prossime vacanze invernali una buona idea è quella di visitare il borgo marinaro di Marina di Camerota nel Cilento. Ti aspettano delle belle passeggiate per le vie del centro e del lungomare illuminate a festa con le caratteristiche luci di natale. Una vacanza al mare fuori stagione che permetterebbe qualche giorno di relax ed eventualmente qualche escursione nel Parco Nazionale del Cilento.  Sarete accompagnati dalle nostre esperte guide oppure dai nostri attenti collaboratori per visitare i borghi e i segreti dei maestri artigiani presenti nel territorio.

L’Hotel Bolivar nel centro di Marina di Camerota propone confortevoli camere per coppie o famiglie con bimbi, piccoli o piccoli gruppi di amici. Dotate di ogni comfort quali aria condizionata, tv con Sky, frigobar e free wifi a pochi passi dal centro e dalle principali spiagge del borgo Cilentano. E’ possibile abbinare il servizio di mezza pensione in Hotel oppure approfittare delle convenzioni con i migliori ristoranti del piccolo centro marinaro.

Per le vacanze Natalizie del 2019 a Marina di Camerota è stata allestita presso uno spazio pubblico una  rappresentazione della casa di Babbo Natale.  Troverai una serie di iniziative collegate, quali laboratori per i più piccoli, eventi, incontri e concerti nel programma previsto dall’amministrazione comunale ed alcune associazioni locali denominato “Camerota è Vacanza”.

Grande festa per piccoli e grandi che stanno affollando le vie del paese durante le feste e che rendono la località bella anche d’inverno e meta di molti turisti.

RINGRAZIAMO per le FOTO “CILENTOINFOTO”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Camerota ed il Cilento presenze turistiche al Top

istat 2018

Camerota ed il Cilento presenze turistiche al Top

Camerota regina della provincia di Salerno spicca, nel rapporto istat 2018, con le sue 794 mila presenze quale località più visitata dai turisti turisti in tutta la provincia di Salerno. Superata quindi la stessa Salerno, seconda con poco più di seicentomila presenze molte delle quali registrate durante le festività natalizie e la città illuminata a festa per le feste natalizie.

Sul podio anche Capaccio Paestum località nota soprattutto per i famosi scavi, la mozzarella e luogo da favola per la celebrazione di numerosi matrimoni. Appena giù dal podio Centola-Palinuro, sorella di Camerota vicina geograficamente, meta che ha visto nel 2018 superare le 430 mila presenze. Costiera Amalfitana che vede in sesta posizione di questa classifica Positano seguita da Amalfi. Importante il riconoscimento del Cilento come grande “potenza” turistica della provincia di Salerno che vede anche le località di Pisciotta al quinto posto e Ascea all’ottavo completando quindi un quartetto tra le prime dieci località scelte dai turisti durante le vacanze, soprattutto estive, dell’anno scorso.

Interessanti anche i dati sulla permanenza media nelle località citate che vede il Cilento quale meta per vacanze più lunghe nei confronti delle visite mordi e fuggi registrate a salerno e Costiera Amalfitana. A Camerota, località che è prettamente destinazione per famiglie durante le vacanze estive la permanenza media è pari a 9 notti. Sono 6 invece per Centola-Palinuro per scendere a circa 4 notti di media nella costiera dove si è registrata un’alta presenza di turisti stranieri durante tutto l’arco dell’anno.

Turisti stranieri quindi che preferiscono, ovviamente, la famosa Costiera Amalfitana e gli scavi di Paestum quali itinerari per le loro vacanze, con gli Stati Uniti come nazione più presente nel nostro territorio. A seguire i nordamericani ci sono i turisti tedeschi ed Inglesi. A sorpresa arrivi anche nazioni lontane quali Australia quarta in classifica, Canada e Cina.

Provincia di Salerno quindi grande protagonista del mercato turistico con un offerta che va dall’aspetto paesaggistico a quello culturale. Se non è una sorpresa vedere località turisticamente storiche quali quelle della costiera Amalfitana è più sorprendente vedere come si stanno facendo largo le mete del Cilento che iniziano ad insidiare quelle già affermate nel panorama nazionale.

Altri dati che il rapporto conferma sono quelli relativi al tipo di prenotazione che vede ancora in aumento il “fai da te” con prenotazioni dirette che vedono un incremento del 14,3% con alloggi prenotati tramite il web che aumentano del 24,1%. Nell’arco degli ultimi cinque anni, l’utilizzo del web per prenotare l’alloggio (direttamente o tramite agenzie online) è cresciuto molto, passando dal 54,6% nel 2014 al 68,9% nel 2018.

Nel 2018, il pernottamento è stato prenotato direttamente per circa il 70% dei viaggi; l’incidenza è maggiore nel caso di quelli per vacanza (72,7%). Le prenotazioni dirette aumentano per le vacanze (+14,3% rispetto al 2017) e soprattutto per i viaggi di lavoro (+42,3%). Le partenze effettuate senza prenotare l’alloggio (circa il 14,0%) aumentano invece del 22,2% rispetto al 2017 e riguardano nel 2018 circa il 13,0% delle vacanze e più di un viaggio di lavoro su cinque. Si prenota tramite agenzie, includendo anche quelle online, il 12,8% dei viaggi (+15,1% rispetto al 2017).

I viaggi con alloggio prenotato su Internet sono in costante crescita (+24,1% rispetto al 2017), in particolare quelli effettuati per motivi di lavoro (+30,3%). Nell’arco degli ultimi cinque anni, l’utilizzo del web per prenotare l’alloggio (direttamente o tramite agenzie online) è cresciuto molto, passando dal 54,6% nel 2014 al 68,9% nel 2018.

Termina la ricerca con l’indicazione che l’automobile rimane il mezzo di trasporto più utilizzato per viaggiare: si stima che venga usata nel 67,9% dei casi (73,3% se si tratta di vacanze, 37,4% per i viaggi di lavoro), con una crescita del 14,2% rispetto al 2017.

 

Foto “Designed by macrovector / Freepik”